23
che la leva preselezione velocità (fig. 1 n. 1) sia in posizione stop;
che la leva presa di forza sia in posizione folle (fig.1 n. 2);
che il filtro aria sia ben pulito (fig. 2 - motore a benzina; fig. 3 e 4 - motore diesel), per ispezionare il motore alzare
la carenatura della macchina;
che la rete all’interno del cesto sia ben pulita (fig. 5);
che il piatto tosaerba, la turbina e le condutture di carico siano ben pulite.
Riempire il serbatoio di carburante servendosi di un imbuto munito di un filtro molto fine.
AVVIAMENTO DEL MOTORE A BENZINA
Spingere fino a metà corsa il manettino acceleratore (fig. 1 n. 4).
Se il motore è freddo azionare il dispositivo di starter posto sul lato sinistro, a fianco del sedile (fig. 1 n. 3). Ruotare
la chiave di avviamento posta sul cruscotto (fig. 1 n. 8); una volta avviato il motore rilasciarla, disinserire lo starter
portandolo nella posizione RUN, aspettare qualche minuto per riscaldare il motore.
AVVIAMENTO DEL MOTORE DIESEL
Inserire la chiave nel commutatore avviamento; ruotarla a destra per effettuare il preriscaldamento; quando la spia
candeletta si spegne ruotare la chiave a destra nella posizione ST e appena il motore si sarà avviato rilasciarla.
Per spegnere il motore ruotare la chiave in posizione OFF (fig. 1 n. 8A).
INIZIO DEL LAVORO
Sganciare il piatto tosaerba (fig.1 n. 9), accelerare opportunamente il motore, innestare la leva PTO (fig. 1 n. 2).
Azionare dolcemente la leva preselezione velocità (fig. 1 n. 1) ed iniziare il lavoro.
Le due leve centrali (fig. 1 n. 5) servono per manovrare la macchina a destra e a sinistra; tirandole indietro
contemporaneamente la macchina retrocede “retromarcia”.
Quando il cesto raccoglierba è pieno un sensore disinnesta automaticamente la rotazione delle lame evitando
l’intasamento delle condutture; tirando la leva (fig. 1 n. 6) verso l’alto il cesto si svuota automaticamente (versione base).
Per regolare l’altezza di taglio agire sulle 4 spine (fig. 1 n. 10).
REGOLE UTILI PER IL BUON USO
La macchina può lavorare anche in condizioni gravose senza problemi di intasamento. Occorrono alcuni
accorgimenti.
1. Prima di iniziare il lavoro controllare che il piatto e la conduttura di carico siano perfettamente puliti senza
incrostazioni di erba e terra.
2. Controllare il terreno prima di procedere alla rasatura che non vi siano sassi, bastoni o corpi estranei.
3. Durante la rasatura tenere il motore a massimo regime, regolare la velocità in base all’altezza dell’erba.
Prestare attenzione quando si incontrano cumuli di erba alta e fitta, se necessario rallentare.
4. Affilare frequentemente le lame del tosaerba; il taglio sarà migliore e il motore forzerà di meno.
5. Dopo aver scaricato l’erba dal cesto innestare le lame qualche metro prima di entrare nell’erba da tagliare, così
facendo si puliscono il piatto e la conduttura di carico.
6. Mantenere pulita la griglia all’interno del cesto.
7. Se l’erba è bagnata o molto alta non tagliare nella posizione più bassa, ma in una posizione media.
8. Controllare la tensione delle cinghie che azionano turbina e piatto; agire eventualmente sul registro (fig. 6).
9. Controllare che le lame non siano usurate, in modo particolare l’alettatura che imprime la spinta dell’erba
all’interno del canale di carico.
10. Controllare l’usura delle pale turbina di carico.
11. Controllare che un corpo estraneo non blocchi la turbina.
12. Controllare la rotazione del camino all’interno del cesto.
13. Controllare che a cesto pieno le lame si disinnestino automaticamente; per fare questo, ruotare la chiave di
avviamento, accendere il quadro senza avviare il motore, inserire la leva innesto lame (fig. 1 n. 2) e toccare
con la mano la paletta montata sul sensore camino (fig. 7). La presa di forza si deve così disinserire.
14. Verificare i giri del motore.
15. Rasare sempre con motore a massimo regime; se il motore cala di giri rallentare un attimo, in modo da far
riprendere al motore il giusto regime di giri.
16. Controllare il corretto montaggio delle lame.
17. Nel piatto da 126 cm Professional i terminali lame che sono già predisposti con fori, si possono bloccare con
viti in acciaio tenero. Il terminale rigido imprime una spinta maggiore all’erba all’interno del canale di carico.
18. Controllare l’allineamento e il corretto inserimento nella turbina del tubo di carico.
19.
Se l’erba è molto alta e bagnata si può utilizzare il deviatore dei gas di scarico (fig. 8), che entrando nella turbina evitano
l’intasamento della stessa e facilitano il carico dell’erba; in condizioni normali è consigliabile non utilizzare questo dispositivo.