24
POSIZIONI DI TAGLIO
Per regolare l’altezza di taglio si agisce sulle 4 spine (fig. 1 n. 10).
In presenza di terreno accidentato, cunette o dossi, è conveniente operare con il piatto nella posizione di taglio più
alta onde evitare urti da parte delle lame.
TERRENI IN PENDENZA
I terreni ripidi devono essere percorsi possibilmente nel senso salita/discesa, facendo molta attenzione nei cambi
di direzione, che le ruote a monte non incontrino ostacoli (sassi, rami, radici, ecc.) che potrebbero causare la perdita
di controllo della macchina. Se le ruote motrici tendono a slittare, col comando idraulico sollevare leggermente il
piatto in modo da caricare più peso sulle ruote motrici e quindi avere più trazione.
Valutare le varie situazioni e prestare attenzione in presenza di terreno umido e erba bagnata poiché la macchina
potrebbe scivolare. In discesa partire a bassa velocità ed evitare di calpestare erba secca o tagliata poiché le ruote
perdono aderenza.
INTERVENTI DEI DISPOSITIVI DI SICUREZZA
Ricordare sempre che il motore si ferma ogni volta che:
l’operatore si alza dal sedile.
Inoltre il motore non si avvia se:
le lame sono innestate;
se non si è seduti al posto di guida;
se la leva avanzamento non è in posizione di stop.
ATTENZIONE!
Durante i trasferimenti non viaggiare con il piatto di taglio alto. Utilizzare il sollevatore idraulico del piatto solo per
superare ostacoli, salire su marciapiedi o su cordoli. Il sollevatore idraulico del piatto e’ dotato di martinetto tuffante
e fa si che il piatto scenda dopo qualche minuto.
Non aumentare la pressione dell’impianto idraulico oltre i 130 bar; si potrebbe danneggiare la pompa idraulica.
Per regolare la pressione idraulica si agisce sulla vite dotata di controdado posta sul distributore. Questa
operazione va eseguita da un centro assistenza autorizzato.
MANUTENZIONE E LUBRIFICAZIONE
ATTENZIONE!
Togliere la chiave e scollegare le candele (versione a benzina) prima di iniziare qualsiasi intervento di
pulizia, manutenzione o riparazione. Indossare indumenti adeguati e guanti da lavoro.
LUBRIFICAZIONE
Non disperdere mai nell’ambiente oli esausti, benzina e ogni altro prodotto inquinante!
Un’efficiente manutenzione e una corretta lubrificazione contribuiscono a mantenere la macchina in perfetta
efficienza.
MOTORE
Per gli intervalli di lubrificazione seguire le norme contenute nel libretto del motore; comunque è indispensabile
sostituire l’olio dopo le prime 20-30 ore di lavoro.
Per il motore a benzina utilizzare olio SAE 30, lt. 1,4 senza filtro, lt. 1,6 con filtro (fig. 9).
Per il motore diesel utilizzare olio SAE 10 W 30, lt. 2,9 (fig. 10).
Sostituire il filtro olio (fig. 11 - motore a benzina; fig. 12 - motore a diesel).
La prima precauzione è che il motore sia correttamente manutenzionato con filtro aria, alette raffreddamento,
testate pulite e l’olio motore a livello.
Mantenere ben pulito il vano motore, utilizzare se è possibile un aspiratore.
Controllare il filtro aria ogni 4 ore o anche più frequentemente se l’ambiente è molto polveroso.
Controllare la griglia a rete di aspirazione del raffreddamento del motore.
Per non pregiudicare il passaggio dell’aria che serve a raffreddare il radiatore bisogna tenere sempre pulite
le griglie esterne ed interne del motore. Controllare che il radiatore sia sempre ben pulito.
RIDUTTORI RUOTE
Controllare il livello olio ogni 200 ore svitando il tappo, fig. 13; se occorre, aggiungere olio AGIP ROTRA MP 85
W 90 (corrispondenze internazionali API GL5 oppure US MIL-L-2105D; lt. 0,7 cad.), sostituire ogni 1.000 ore.