29
PULIZIA
Lavare il piatto, le condutture di carico, la turbina e il cesto. Non lavare il vano motore con l’idropulitrice, utilizzare
l’aria compressa oppure un aspiratore.
RIMESSAGGIO E INATTIVITÀ PROLUNGATA
Riporre la macchina in un ambiente asciutto, al riparo dalle intemperie e, possibilmente, ricoprirla con un telo.
Se si prevede un prolungato periodo di inattività (superiore ad 1 mese), provvedere a scollegare il cavo rosso della
batteria e seguire le indicazioni contenute nel libretto di istruzioni del motore; lubrificare inoltre tutte le articolazioni.
Controllare periodicamente che il voltaggio della batteria non scenda sotto il valore di 12 Volt e in tal caso
provvedere alla ricarica.
Per le macchine con motore a benzina utilizzare l’additivo conservante per benzina verde.
ACCESSORI
PIATTO RASAERBA CM 150 SCARICO LATERALE
È indicato per lo sfalcio di quei parchi o giardini nei quali per la loro vastità non sia necessaria la raccolta.
Se l’erba non è molto alta e il motore non va sotto sforzo lavorare in modo da proiettare sempre l’erba tagliata sopra
quella ancora da tagliare, in questo modo il tosaerba passerà più volte sull’erba già tagliata macinandola finemente
e disperdendola nel tappeto erboso.
Per la regolazione dell’altezza di taglio agire sulle 4 spine (fig. 34).
Lo scarico dell’erba avviene tramite una bocca di lancio dotata di barra contro il lancio di oggetti e non va
assolutamente rimossa. Quando si lavora vicino alle strade prestare attenzione a non lanciare l’erba sulla
carreggiata, mantenere le persone lontano 15/20 metri.
Le sue caratteristiche principali sono la qualità di taglio e la robustezza, può essere dotato anche di kit mulching.
Manutenzione
1. Ingrassare ogni 50 ore i cuscinetti perno lame (fig. 35).
2. Controllare la tensione della cinghia ogni 50 ore ed eventualmente agire sul registro (A, fig. 36). La freccia di
flessione della cinghia non deve superare gli 8/10 mm.
3. Manutenzione lame:
a) Togliere le coppiglie e i perni laterali (fig. 37).
b) Sganciare il cardano dal piatto premendo l’apposito pulsante (fig. 38).
c) Sollevare manualmente il piatto agganciarlo al gancio sul cruscotto (fig. 39).
d) Affilare le lame, se risultano molto usurate sostituirle. Quando si riabbassa il piatto ripetere le operazioni
in senso contrario prestando particolare attenzione al reinserimento del cardano.
e) Olio rinvio ad angolo. Controllare il livello ogni 40 ore, sostituirlo ogni 200 ore. Utilizzare olio sintetico 75
W 90 LSX (sigle internazionali: API GL4 + GL5; API MT1 e PG2; MIL-L-2105D; MIL-PRF-2105E) (B, fig.
36) quantità lt. 0,15.
Attenzione! Per questa operazione utilizzare una siringa olio.
PIATTO CM 110 MULCHING (FIG. 40)
Serve per tagliare e distruggere erbe alte 10/12 cm. È preferibile eseguire questa operazione con erba asciutta
in quanto la turbolenza interna al piatto permette una migliore frantumazione.
Si consiglia di non arrestare la macchina finito il taglio ma proseguire per qualche minuto sul prato già tagliato in
modo da scaricare l’erba dall’interno del piatto.
Si applica allo stesso modo degli altri piatti, controllare periodicamente lo stato delle lame, affilarle o se necessario
sostituirle.
Controllare l’olio del gruppo trasmissione, sostituirlo ogni 300 ore, lt. 0,6 (75 W 90 SINTETICO).
Anche questo piatto ha le viti di sicurezza sulle lame che si tranciano in caso di urto, vanno sostituite con viti
intercambiabili in acciaio tenero.
In alcune zone d’Europa si esegue il taglio mulching con 2 passate; con la prima si taglia 1/3 dell’altezza da tagliare
con la seconda i rimanenti 2/3. Valutare quale tipo di taglio è più adatto alle vostre aspettative e al vostro tipo di
erba.
TRINCIAERBA CM 110 (FIG. 41)
Molto utile per la pulizia di aree rustiche con erbe alte e incolte, permette di sminuzzare il prodotto tagliato non
rendendo necessaria la raccolta.